Il Piano

piano

IL PIANO

Il programma di lavoro del progetto L'ACCHIAPPA CARBONIO comprende 7 attività principali:

1. Acquisizione del materiale di partenza per il processo di carbonizzazione:
L’attività prevede la raccolta degli scarti agricoli legnosi prodotti presso le aziende coinvolte nel progetto, situate nelle aree D (aree rurali con problemi di sviluppo) per la successiva carbonizzazione, presso l’Università degli Studi di Parma.

2. Carbonizzazione della biomassa con produzione di biochar:
L’attività prevede la carbonizzazione delle diverse biomasse derivate dalle aziende agricole mediante l’utilizzo del carbonizzatore prototipale.

3. Distribuzione del biochar nei terreni delle fasce tampone: prove agronomiche
Presso le quattro aziende agricole partecipanti al GOI, vengono realizzate prove agronomiche per confrontare 2 dosi differenti di biochar, attivate o meno con liquame, letame e digestato. Le prove sono realizzate su diverse coltivazioni per due annate consecutive.

4. Le analisi di laboratorio
L’attività di laboratorio, fondamentale in questo progetto, prevede analisi chimico-fisiche sul biochar e prove di fitotossicità condotte dall’Università degli Studi di Parma. L’ Università di Bologna, inoltre, effettua analisi sui campioni di terreno, prelevati dai campi prova, per determinarne il contenuto di carbonio, totale ed organico, prima e dopo la distribuzione del biochar.

5. Analisi costi-benefici del processo
L’intero processo oggetto del progetto è sottoposto ad una accurata Analisi Costi-Benefici a cura dei ricercatori dell’Università di Parma.

6. Formazione
Il progetto prevede un percorso formativo rivolto ai conduttori delle aziende agricole aderenti al GOI.

7. Divulgazione
Parte essenziale di questo progetto è l’attività divulgativa e di trasferimento dei risultati. Sono previsti un convegno finale e la redazione di Linee Guida sull’utilizzo del biochar in agricoltura.